Titolo: La pianificazione delle Aree a rischio

Autore: R. Gerundo I. Fasolino

Collana: UNI Materiali 5-99

Dimensioni:16/24

Pagine:181

Prezzo:L. 24.000

Data di pubblicazione: 1999

ISBN:88-86983-29-8

  Con la legge 267\1998, varata a seguito dei drammatici avvenimenti che hanno stravolto l'assetto fisico e sociale dei comuni di Sarno, Sannio, Quindici e Bracciano, si apre una fase nuova nel governo del territorio delle aree a rischio. Una fase in cui, a tutt'oggi, non risulta individuato e tanto meno condiviso un modello di pianificazione urbanistica in grado di coniugare difesa dell'ambiente e progresso economico che non siano imposti dirigisticamente me che si costruiscano dal basso, favorendo forme di sviluppo locale.  
L'episodio di Sarno ha insegnato che persiste una forte sovrapposizione di competenze e di ruoli, un intreccio per certi versi perverso, un vero e proprio ingorgo istituzionale con riferimento particolare ai problemi particolari della difesa del suolo e del dissesto idrogeologico.

Il testo si apre con la presentazione del preside della facoltÓ di Ingegneria dell'UniversitÓ di Salerno Raimondo Pasquini e il Presidente della Provincia di Salerno Alfonso Andria per chiudersi con le valutazioni di Nino Daniele, Vicepresidente e Assessore alla programmazione della Regione Campania.